Salta al contenuto

L’AUTOSTOP DIVENTA ETICO E PROTETTO

Prendi un gruppo di paesi del Lago Maggiore poco collegati
tra di loro, aggiungi che non tutti gli abitanti hanno la macchina e che i
mezzi pubblici non sono così frequenti. Come migliorare la mobilità locale, spendendo
poco e magari facendo anche amicizia? Con Equostop, progetto realizzato
dall’associazione GIM Terrre di lago, con i comuni del lago Maggiore e la
Comunità Montana Valli del Verbano.

“Ognuno di noi deve fare qualcosa per
l’ambiente – spiega Gianfranco Malagola dell’associazione GIM Terre di lago –
il progetto Equostop crea una mobilità più sostenibile e facilita le relazioni
tra le persone. Molte auto viaggiano con una sola persona a bordo, mentre gli
anziani o chi non possiede una macchina non si può muovere facilmente”. Così è
nato il progetto Equostop: “Per superare la diffidenza a dare o ricevere un
passaggio abbiamo distribuito una Card alle associazioni della zona. Chi la usa
è in qualche modo una persona di fiducia”. In cambio del passaggio si riceve un
contributo simbolico di 0,50 centesimi o 1 euro, chiacchiere comprese. La card
si è poi trasformata in un’app grazie ai ragazzi dell’Itis Carlo Volonté di Luino
(Va). L’app Equostop permette tra l’altro di calcolare la CO2 risparmiata, così
si può chiedere al proprio Comune di riconoscere uno sconto sulle tasse comunali
in cambio del comportamento virtuoso avuto. Il progetto dei ragazzi ha appena vinto il premio Earth Prize international 2018.


Fonte: in collaborazione con Earth Prize International – 15 luglio 2018

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...