Salta al contenuto

LE BUONE ABITUDINI – un allenamento alla felicità

VISUALIZZARE IL PROPRIO OBIETTIVO    ( ▶ esercizio)

image

 

“Ciò che mi tiene in movimento sono i miei obiettivi” (Muhammad Alì)

 

Identifica un obiettivo che vorresti raggiungere entro un paio di giorni e descrivilo brevemente per iscritto. Assicurati che sia un obiettivo realistico e non troppo dispendioso in termini di tempo (es. “ordinare l’armadio dell’ingresso” piuttosto che “pulire casa da cima a fondo”) e scegli qualcosa a cui tieni (es. “trascorrere più tempo con i miei bambini”).

Per visualizzare come intendi raggiungere l’obiettivo, descrivi per iscritto le azioni che intendi intraprendere. Per esempio, se il tuo obiettivo è fare ordine nell’armadio, questi sono i passi che potresti compiere:

  1. programmare un’ora questa sera da dedicare alle pulizie
  2. spegnere cellulare ed altre distrazioni
  3. mettersi dei vestiti comodi
  4. accendere della musica allegra
  5. suddividere il lavoro in sotto mansioni: tirare tutto fuori dall’armadio, pulire i ripiani, eliminare ciò che non ti serve più, organizzare in scatole le cose che vuoi conservare
  6. ricorda a te stesso che non importa se non farai tutto alla perfezione o non completerai il lavoro

Quando affrontiamo un’attività che ci intimorisce, alle volte la parte più difficile è cominciare. Per aiutarti a superare questo grande ostacolo iniziale, l’esercizio ti chiede di visualizzare un obiettivo a breve termine e descrivere i passi che intendi compiere per raggiungerlo. Facendo ciò, aumenterai la tua fiducia nella possibilità di raggiungere quell’obiettivo.

I partecipanti ad uno studio recente* che hanno provato l’esercizio ogni giorno per la durata di tre settimane hanno riportato un maggiore senso di coinvolgimento nei confronti della vita e minori pensieri disfunzionali (es. credere che i piccoli fallimenti quotidiani facciano di te un fallito). In particolare i partecipanti che avevano una tendenza ad essere pessimisti, hanno tratto beneficio dall’esercizio e mostrato minori sintomi depressivi nelle settimane seguenti.
Tuttavia, gli effetti benefici dell’esercizio sono andati attenuandosi dopo due mesi, a riprova del fatto che è necessario ripetere periodicamente questa pratica perché questa ottenga il suo risultato.

 

(*) Sergeant, S., & Mongrain, M. (2014). An online optimism intervention reduces depression in pessimistic individuals. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 82(2), 263-274


 

Dal progetto: I 52 Passi  Mezzopieno 

Questo articolo è apparso per la prima volta su Greater Good, il magazine on line del Greater Good Science Center presso l’Università della California, Berkeley, partner di Mezzopieno

_____________________

Questo allenamento è tratto dal programma di formazione per i volontari e per i membri e soci del movimento Mezzopieno

 

Articoli correlati:

– LA (NON) RIMOZIONE MENTALE DI UNA PERSONA   ( ▶ esercizio )

– AFFERMARE I VALORI IMPORTANTI ( ▶ esercizio )

– METTERE LE DISCUSSIONI IN PROSPETTIVA   ( ▶ esercizio )

– CHIACCHIERARE CON UNO SCONOSCIUTO   ( ▶ esercizio )

– CHIEDERE SCUSA IN MODO EFFICACE   ( ▶ esercizio )

– IL DONO DEL TEMPO    ( ▶ esercizio )

– VISUALIZZARE IL PROPRIO OBIETTIVO    ( ▶ esercizio )

– CONSERVARE LA SPENSIERATEZZA   ( ▶ esercizio )

– LA TUA CAPSULA DEL TEMPO   ( ▶ esercizio )

– ASSAPORA UNA CAMMINATA   ( ▶ esercizio )

– UN ALLENAMENTO ALLA FELICITÀ   ( ▶ esercizio )

– TRE COSE BELLE  ( ▶ esercizio )

– TROVARE IL LATO POSITIVO  ( ▶ esercizio )

– RINUNCIARE A UN PIACERE  ( ▶ esercizio)

– LA MIGLIORE VERSIONE DI TE  ( ▶ esercizio)

– SUPERARE LA PAURA  ( ▶ esercizio)

– USA I TUOI PUNTI DI FORZA  ( ▶ esercizio)

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...