Salta al contenuto

LE BUONE ABITUDINI – un allenamento alla felicità

LA (NON) RIMOZIONE MENTALE DI UNA PERSONA    ( ▶ esercizio)

 

“Diamo spesso per scontate proprio le cose che più meritano la nostra gratitudine” (C. Ozick)

 

1. Prenditi un momento per pensare a una persona importante nella tua vita, ad esempio una relazione romantica oppure un’amicizia molto stretta.

2. Cerca di ricordare dove e come hai incontrato quella persona.

3. Prendi in considerazione l’ipotesi che potresti non avere mai incontrato quella persona e creato con lei una relazione o un’amicizia: ad esempio se avessi deciso di non andare ad una certa festa, frequentare il tale corso o trasferirti in una nuova città.

4. Scrivi tutti gli avvenimenti che sarebbero potuti andare diversamente e le decisioni – piccole e grandi – che avrebbero potuto impedirti di incontrare quella persona.

5. Immagina cosa sarebbe la tua vita ora se gli avvenimenti si fossero sviluppati in modo diverso e tu non avessi incontrato quella persona. Riporta alla mente le gioie e i vantaggi di cui hai goduto per effetto di quella relazione e prendi in considerazione come ti sentiresti se tutto ciò ti fosse stato negato.

6. Ora che hai preso in considerazione come le cose sarebbero potute andare diversamente, prendi atto che tali benefici non erano inevitabili. Concediti di essere grato per come le cose sono andate e per il fatto di avere questa persona nella tua vita.

È facile dare per scontato le persone che ci sono affianco ma la Ricerca suggerisce che se sperimentiamo ed esprimiamo gratitudine nei loro confronti le nostre relazioni saranno più solide e le nostre vite più felici. Questo esercizio è pensato per alimentare sentimenti di gratitudine verso una di queste persone, chiedendoti di riflettere su come la tua vita sarebbe stata se non le avessi incontrate. Provando ad immaginare la loro assenza, dovresti essere in grado di apprezzare più profondamente la loro presenza nella tua vita, senza doverle perdere per davvero.

La rimozione mentale controbilancia la nostra tendenza a dare per scontati gli eventi positivi della nostra vita, come ad esempio l’incontro di una persona speciale. Quando consideriamo le circostanze che hanno portato ad un incontro casuale, potremmo essere sorpresi di quanto improbabile fosse effettivamente quell’incontro e di quanta fortuna abbiamo avuto che sia andato proprio in quel modo. Sebbene possa essere doloroso pensare di non avere mai incontrato qualcuno che ci sta a cuore, questo scenario offre un contrasto negativo sul quale poter comparare la nostra attuale situazione positiva.

____________________

Dal progetto: I 52 Passi  Mezzopieno

Questo articolo è apparso per la prima volta su Greater Good, il magazine on line del Greater Good Science Center presso l’Università della California, Berkeley, partner di Mezzopieno

_____________________

Questo allenamento è tratto dal programma di formazione per i volontari e per i membri e soci del movimento Mezzopieno

 

Articoli correlati:

LA (NON) RIMOZIONE MENTALE DI UNA PERSONA   ( ▶ esercizio )

AFFERMARE I VALORI IMPORTANTI ( ▶ esercizio )

METTERE LE DISCUSSIONI IN PROSPETTIVA   ( ▶ esercizio )

CHIACCHIERARE CON UNO SCONOSCIUTO   ( ▶ esercizio )

CHIEDERE SCUSA IN MODO EFFICACE   ( ▶ esercizio )

IL DONO DEL TEMPO    ( ▶ esercizio )

VISUALIZZARE IL PROPRIO OBIETTIVO    ( ▶ esercizio )

CONSERVARE LA SPENSIERATEZZA   ( ▶ esercizio )

LA TUA CAPSULA DEL TEMPO   ( ▶ esercizio )

ASSAPORA UNA CAMMINATA   ( ▶ esercizio )

UN ALLENAMENTO ALLA FELICITÀ   ( ▶ esercizio )

TRE COSE BELLE  ( ▶ esercizio )

TROVARE IL LATO POSITIVO  ( ▶ esercizio )

RINUNCIARE A UN PIACERE  ( ▶ esercizio)

LA MIGLIORE VERSIONE DI TE  ( ▶ esercizio)

SUPERARE LA PAURA  ( ▶ esercizio)

USA I TUOI PUNTI DI FORZA  ( ▶ esercizio)

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...